Yogurt e pere

Premessa: non sono una grande fan dei dolci. Non mi fanno impazzire e non sono nemmeno brava a prepararli. Perchè io possa fare un dolce, questo NON deve richiedere: 1) ore di preparazione; 2) massima precisione. Insomma deve essere semplice, veloce e soprattutto GOLOSO!

Yogurt e pere soddisfa appieno i requisiti. Tempo di preparazione: 10 minuti. Livello di difficoltà: ZERO (idem per quanto riguarda il livello di precisione)! Livello di goloseria: SUPER!

È quel dolce che appaga quel languorino che viene dopo cena, senza però appesantire ed essere un danno per una (eventuale) dieta. 😉

Ricetta. 
– pera, tipo abate
– zucchero di canna q.b.
– marmellata alle pere (ottima quella senza zuccheri aggiunti)
– yogurt bianco
– biscotti, tipo digestive
– cioccolato fondente (io l’ho usato al fleur du sel)

Lavate e asciugate le pere. Tagliatele a fettine molto sottili. Mettetele in un padellino con zucchero di canna e acqua. Fate caramellare.
Sbriciolate i biscotti e disponeteli sul fondo di un bicchiere (per un bicchiere, ne ho utilizzati 2).
Aggiungete lo yogurt bianco (3 o 4 cucchiai, a porzione), la marmellata di pere (2 cucchiai), il cioccolato sminuzzato ed infine le fettine di pere caramellate.

Se non lo mangiate subito, riponete il dolce in frigo o freezer, senza cioccolato e pere caramellate, che aggiungerete solo al momento di servire.

© (tobe) cheerful
© (tobe) cheerful
IMG_20150126_221724
© (tobe) cheerful

[Questo dolce è facilmente replicabile, con qualsiasi frutto di stagione: arance, mandarini, fragole, lamponi, frutti di bosco, mele, fichi – e chi più ne ha, più ne metta – e le rispettive marmellate, oppure azzardando accostamenti diversi. Insomma: date sfogo alla vostra fantasia! 🙂 ]

Bon appètit!

© (TOBE)CHEERFUL ALL RIGHTS RESERVED

Gamberi e patate

Avete presente quando tutto è pronto (o dovrebbe esserlo) per la cena; pochi minuti e… dlin dlon, ospiti alla porta?!
Questa è una di quelle sensazioni che più mi angoscia, specialmente se sono ancora in alto mare, con la preparazione. Immaginate se oltre ad essere in alto mare, scopro anche che l’antipasto che ho preparato è praticamente da buttare; perchè non vorrei mai che i miei ospiti mi ammonissero con un “mi stai diludendo, vuoi che muoro?”, stile Joe Bastianich.

Cosa faccio?
a- chiamo tutti e dico che sono al pronto soccorso, per una incredibile scottatura
b- scappo e che se la veda qualcun’altro. Tipo il mio ragazzo
c- mi invento qualcosa
[ Ammetto la b mi ha solleticata più e più volte; ma alla fine ho sempre scelto la c! ]

Ecco: esattamente come mi sono trovata, l’altra sera. Il menù prevedeva polpo e patate, peccato che il polpo fosse gomma, peggio di una Big Babol.
Allora: calma e sangue freddo, Valentina! Dobbiamo correggere il tiro, spremi le meningi, e… che GAMBERI e PATATE sia!

© (tobe)cheerful
© (tobe)cheerful

Ricetta.
– code di gamberi
– arancia
– timo e origano fresco
– patate di medie dimensioni
– panna fresca
– pomodorini, tipo datterino
– sale e pepe q.b.

Pomodorini. Lavate e asciugate i datterini. Tagliateli a metà e disponeteli su una placca forno, con la parte del taglio verso l’alto. Infornare a 140° per 2 ore.
Gamberi. Pulite i gamberi dal carapace, avendo cura di togliere il budellino. Saltateli in una padella capiente con un filo d’olio. Sfumate con il succo di mezza arancia. Aggiungete origano e timo e scorza di arancia. Spegnete e lasciate i gamberi da parte.
Patate. Cuocete le patate in acqua bollente. Sbucciatele. Mettete nel frullatore: patate, panna fresca, un filo d’olio, sale e pepe. Frullate. Otterrete una crema compatta e liscia.
Impiattate: crema di patate, code di gamberi (2 o 3 per piatto), zeste di arancia, qualche fogliolina di rosmarino e 2 o 3 pomodorini. Finite con un filo d’olio evo.

Bon appètit!

© (TOBE)CHEERFUL ALL RIGHTS RESERVED